questa pagina si chiama 

PAGINA NUOVA

perchè si cambia, si volta pagina esce fuori la rabbia il disgusto che c'è dentro:

 LE BUFALE DI INTERNET

Avete sentito quante volte parlano di acidificare o alcalinizzare il sangue con i cibi?

E' da tanto che gira questa storia in internet,

Bufale come questa:

I cibi che non fanno venire il cancro devono essere alcalinizzanti, mentre quelli che lo fanno venire sono i cibi acidificanti

Da qui il vegetarianesimo il veganesimo e  la lotta contro il carnivorismo!

-----------

Ma è ora di finirla con le false informazioni!!!

Nasce finalmente il sole sulla verità!!!

°°°°

Per spiegare da quale parte è nato l'equivoco bisogna risalire al lontano 1931, quando il prof dott Warburg vinse il premio Nobel per la medicina. Aveva scoperto che se la cellula ha una bassa tensione di ossigeno la cellula va in acidosi, perchè quando l'ossigeno ha una tensione limitata il ciclo di Krebs che è aerobio non può più svolgere la sua funzione di generatore di energia nel modo con cui è stato creato,

Cosa succede in questi casi? un po' quello che succede quando un muscolo viene fatto lavorare molto : produce acido lattico, la stessa cosa succede nella cellula, con la differenza che l'acido lattico prodotto dal muscolo  man mano che il muscolo è a riposo può essere degradato grazie alla presenza di O2 a CO2 e H2O e quindi viene trasportato dal sangue e man mano si esaurisce, mentre nella cellula l'acido lattico prodotto non è frutto di un super lavoro aerobico cellulare, ma al contrario porprio la bassa tensione di ossigeno genera dei circuiti anomali di produzione di di ATP per cui il glucosio non viene ridotto a CO2 e H2O, ma la sua metabolizzazione si blocca al prodotto finale: acido lattico.

Vediamo di capirci meglio: la cellula come tutti gli organismi viventi ha bisogno di energia per vivere, noi, organismi pluricellulari, la assumiamo con gli alimenti e con la respirazione mentre la cellula, diversamente da noi non ha polmoni e apparato digerente, ma produce energia, tutto in un organo, chiamato mitocondrio, lì il glucosio e l'ossigeno che provengono dal sangue tramite i capillari vengono bruciati trasformandosi in Energia nell'ormai famoso Ciclo di Krebs, dal nome di chi lo scoprì, con la produzione di 34 molecole utili di ATP  per una molecola di glucosio! (facciamo conto che 1 molecola di ATP corrisponda a un litro di carburante) fino alla degradazione completa a CO2 e H2O che poi verrà riportata tramite i capillari, al circolo venoso e da qui ai polmoni per essere di nuovo ossigenato.

Bene se la tensione di ossigeno nella cellula è bassa, i mitocondri non possono più lavorare ed  assolvere il compito della produzione di energia e della metabolizzazione degli zuccheri, è la parte intracellulare, ricca di enzimi a metabolizzare il gucosio, con un rendimento però assai inferiore, per una molecola di glucosio infatti riesce a produrre solo 2 molecole di ATP!  lasciando residui che non arrivano ad esser degradati a CO2 ed H2O, bensì il glucosio non può essere metabolizzato fino alla fine ma rimane in sospensione come acido lattico all'interno della cellula che diventa sempre più acida, determinando l'acidosi cellulare.

Ma vi è una novità in questa cellula: mentre nella cellula sana, cioè quella in cui l'ossigeno ha una tensione sufficientemente alta per fare entrare in funzione il sistema mitocondriale, essa non si preoccupa di aumentare il proprio numero o la prorpia dimensione formando materiale cellulare, quanto invece le interessa una buona energia, per cui forma molte molecole di ATP, in quella a bassa tensione di ossigeno, avviene una regressione a cellula embrionale, cioè si attiva il processo di crescita e riproduzione! In questo la cellula umana si comporta come la primitiva cellula batterica, la quale, a differenza di quella umana, avendo bisogno di molta materia cellulare per potersi dividere e così aumentare di numero, produce molto materiale cellulare. Ebbene Warburg, ricordiamoci premio Nobel per la medicina nel 1931, scoprì che in condizioni di bassa tensione di ossigeno, la cellula perdeva la facoltà di utilizzare i mitocondri e quindi il ciclo di Krebs con la metabolizzazione del glucosio fino ad anidride carbonica ed acqua, oltre alla produzione di massicce quantità di ATP, mentre utilizzava la glicolisi cellulare che produceva solo 2 molecole di ATP, molto poche per fornire energia, ma al contrario quasi tutto il glucosio serviva per lo sviluppo materiale, e tutta la poca energia era convogliata in questo anabolismo proteico e lipidico indispensabile alla riproduzione, perdendo quell'auto-controllo che preveniva l'eccessiva crescita mediante una regolazione dell'assorbimento dei nutrienti all'interno della cellula, che la rendeva simile alla cellula batterica in attiva moltiplicazione, questa proprietà la rendeva una cellula proliferativa e quindi cancerosa, mentre al suo interno l'ambiente si faceva sempre più acido per via del glucosio che si degradava ad acido lattico!

Così veniamo a sapere che con la bassa tensione di ossigeno si produce è vero meno energia, ma il glucosio viene utilizzato insieme ai lipidi e agli aminoacidi per produrre materiale proteico e lipidico essenziale per la riproduzione cellulare!

Sembra tutto facile, ma per una mente non abituata al concetto di intracellulare ed extracellulare, il termine acidosi ha fatto colpo!!!

Cosichè tutta la raffinata ipotesi di Warburg è stata ridotta alla semplice "acidosi" elidendo il termine cellulare, incomprensibile per chi non è della materia, nella semplice acidosi genericamente detta, per indicare il termine che comunemente si usa per indicare il Ph del sangue che come è noto deve rimanere tra il 7,4 e il il 7,45, appena mal tollerato 7,5 in cui compaionio sensazioni vertiginose. Diciamo che il sangue è leggermente alcalino, perchè se ricordiamo la scala del Ph va dal valore di acidità assoluta 1 al massimo dell'alcalinità o basicità.

Altra possibilità di equivoco è data dall'alcalinità o acidità dell'urina, la quale normalmente si mantiene sui livelli acidi, questo permette una antisepsi delle vie urinarie, ma può variare verso la basicità col mangiare certi alimenti soprattuttop vegetali.

Quindi Warburg e la sua acidosi, e il variare del Ph urinario, hanno generato nei più appassionati ma anche più incolti, un'equivoco grossolano, che tutto si riducesse all'alimentazione, perchè mangiare proteine acidifica le urine e mangiare vegetali le alcalinizza. 

Ma 2+2 non sempre fa quattro, specialmente quando si perde di vista il punto di partenza che è l'acidosi intracellulare prodotta dalla incompleta metabolizzazione del glucosio conseguente alla bassa tensione di ossigeno.

Dice un motto della pubblicità, ripeti una pubblicità per dodici volte, la gente ci crederà.

Vediamo come questa frase è vera anche per persuadere gli elettori su chi ha più diritto di andare al governo! possiamo pensare quanto sia vera nel modo come ha preso piede questa storia dell0'acidosi e l'alimentazione se pensiamo che non solo i medici ormai sono tutti credenti, ma addirittura case farmaceutiche hanno lanciato sul mercato prodotti per alcalinizzare.

Sedicenti dottori naturopati che di dottore hanno solo un titolo che li fa confondere con i medici, per lo più sono solo laureati in scienze tecnologiche paramediche, come tecnici di radiologia, igienisti, fisioterapisti, che presisi il diplomino di naturopata si fregiano di "dottor" ingannando la buona fede di chi li ascolta, che pensa veramente che siano medici e che ne sappiano abbastanza da poter affidare a loro la propria salute.

Bene io credo che proprio queste persone hanno mandato avanti la bufala ingannevole per primi, perchè solo chi non sa nulla di metabolismo e di acidosi poteva fare una simile confusione con tanta presunzione ed arroganza!

Perchè ci vuole non solo una buona dose di ignoranza per confondere un fenomeno metabolico intracellulare (espressione di una patologia a monte come quella della bassa tensione di ossigeno) con un fenomeno extracellulare, che non ha niente a che vedere nè con l'alimentazione nè con l'acidosi studiata da Warburg, ma ci vuole anche una ottima dose di presunzione per passarla come verità sul web!!!  

 

Il sistema tampone

Cominciamo a spiegare come fa il sangue a mantenersi sempre dentro il range di Ph sopraesposto, tra 7,4 e 7,45, che è un range direi microscopico per quanto è piccolo, anche se sul web troverete valori più bassi e più alti, sono valori estremi in cui già si annunciano dei disturbi come vertigini o sonnolenza anche se appena accennati tra 7,35 e 7,50, ma non dategli retta i valori veramente normali cioè del benessere reale sono quelli che vi ho detto pocanzi.

Che cosa modifica il Ph del sangue?

molti credono da quello che hanno letto che sia l'alimentazione, NO! l'alimentazione non c'entra proprio perchè tutto il Ph è determinato dagli ioni H+ e CO3 - , cioè tra l'acqua e l'anidride carbonica che respiriamo, ovvero il respiro è l'elemento fondamentale per il Ph del sangue, è solo l'anidride carbonica il componente essenziale del sistema tampone. Noi col respiro immettiamo ossigeno ed espiriamo anidride carbonica e acqua, l'acqua è incisibile ma ne emettiamo una discreta quantità durante la giornata almeno mezzo litro, come facciamo a rendercene conto? alitiamo su uno specchio freddo vediamo che l'acqua che espiriamo si condensa formando una nebbia depositata sullo specchio che renderà impossibile rispecchiarvisi. Così quando fa freddo sembra che esca fumo dalla nostra bocca è l'acqua condensata che vediamo come nebbiolina.

Ma non vediamo nè l'ossigeno nè l'anidride carbonica perchè sono due gas incolori e inodori contenuti nell'aria. Ebbene questi due gas sono quelli che entrano nel nostro sangue, uno nel sangue arterioso e l'altro nel sangue venoso, sia nel sangue arterioso che venoso il Ph deve rimanere sempre invariato. L'organismo si serve di un sale NaCl, il cloruro di sodio affinchè questo avvenga. e il deputato al sistema è il rene.

il rene ha un sistema molto complesso di glomeruli e tubuli , in questo sistema avvengono delle trasformazioni straordinarie, il rene non è un filtro è una fucina, riesce a elaborare ormoni, sostanze che nel sangue non esistono , come l'allantoina, filtra ormoni, sali, nell'urina sono contenute più di 40 sostanze diverse alcune talmente utili che le case farmaceutiche, udite udite, fanno raccolta di urine per estrarre ormoni allantoina ecc, nei paesi del terzo mondo e non solo lì, mi risulta che delle mie pazienti mi hanno confermato che vicino Roma, dove abitano passa un carro raccolta urine che regala dei doni a chi lascia le urine. Bene il glomerulo renale ha una forma che ricorda molto gli antichi alambicchi, e infatti si può dire che nel rene vi sia la più alta alchimia del nostro organismo, ricordiamoci che prima della invenzione della dialisi, se il rene si bloccava c'era la morte!

ebbene il rene ha una grande riserva di Sodio (Na+) che quando l'acidità del sangue sta per  arrivare cioè lo ione HCO3+ aumenta determinando il variare del Ph ematico verso valori sotto il limite che abbiamo visto essere di 7,4, cosa fa il rene corre al riparo perchè al posto di un H+ (perchè la formula completa dell'acido carbonico è H2O+CO2 = H2CO3, cioè  due ioni H++, ovvero fortemente acido e uno ione CO3-) ben al posto di un H+ il rene sotituisce con un atomo di Na+ che essendo una base forte sposta l'H+ formando il bicarbonato di sodio alcalinizzante, cioè HNaCO3. così da tamponare l'acidità del sangue da un eccesso di ioni H+ e riportarla nei limiti. se l'acidosi dipende dal rene, vuol dire che questo sistema di scambio Na+/H+ non funziona! se invece l'acidosi dipende dal polmone vuol dire che il malato ha un cattivo scambio O2/CO2, spesso per una infezione pomonare grave o per BPCO a uno stadio grave, in cui un eccesso di ossigeno dato per via inalatoria per migliorare l'ossigenazione, manda il poveretto in acidosi con rischio di morte per arresto cardiaco

Una terza causa di acidosi è quella metabolica, che in via meno grave può avvenire nei bambini quando hanno la febbre alta, per eccesso di catabolismo, per cui dei prodotti di demolizione lipidica non vengono degradati del tutto, col risultato di avere il vomito che è un altro meccanismo che usa il corpo per eliminare radicali acidi, con l'eliminazione diretta del radicale Cl- dell'acido cloridrico dello stomaco, alito di frutta, e corpi chetonici nelle urine. Ma un'acidosi ben più importante è quella del diabete scompensato in cui non essendoci più zucchero per mancanza di insulina nelle cellule epatiche, i lipidi vengono degradati fino a corpi chetonici, per la ben nota regola che "i lipidi bruciano nel fegato al fuoco degli zuccheri" non essendoci zucchero non possono essere metabolizzati fino in fondo.

quello che mi chiedo dove sta l'alimentazione in tutto questo?

perchè è invalsa la regola che esistono cibi acidificanti o alcalinizzanti? perchè dicono che la carne è acidificante e le verdure sono alcalinizzanti?

bene Warburg è stato solo un innocente scopritore che una cellula a bassa tensione di ossigeno cambia il proprio metabolismo glicidico e si degrada in acido lattico non arrivando a   bruciarlo tutto fino ada acqua e anidride carbonica, per cui va in acidosi e per il noto effetto Warburg produce materiale per riprodursi piuttosto che per mantenersi in forma. ma la stangata finale l'ha data il fatto che il Ph dell'urina, attenzione dell'urina non del sangue!, vira dall'acido se uno mangia un pasto carneo al basico se uno mangia verdure.

le urine per mantenersi sterili devono essere acide e il rene provvede a questo, se sono alcaline la vescica si difende male, e possono venire cistiti, è un po' come nello stomaco l'ambiente acido protegge dalle infezioni che possono sopravvenire dalla contaminazione batterica del cibo, per cui nello stomaco il Ph arriva fino a 1 cioè acido cloridrico puro! così nell'urina il Ph si mantiene verso valori acidi, circa 5, per rendere sterili le urine.

il Ph nelle urine ha lo stesso passaggio nel glomerulo che ha per il sangue, solo che per i pasti a base di vegetali al posto del Sodio (Na+) entra il Potassio che però ha un potere diverso dal sodio (continua)  

 

  

 

 

 

Bibliografia

http://it.wikipedia.org/wiki/Otto_Heinrich_Warburg

http://e-learning.med.unifi.it/didonline/Anno-II/biochimicaII/2-Glicolisi.pdf

http://www.lapelle.it/ricerca/cellula_tumorale.htm intervista al prof. dott. Gianfranco Peluso, responsabile dell'Unità di Nanotecnologia Applicata alle Terapie Geniche e Cellulari dell'Istituto di Biochimica delle Proteine del CNR di Napoli

http://www.lescienze.it/news/2008/03/13/news/la_questione_energetica_delle_cellule_tumorali-580153/

Benvenuta(o)

Questo testo serve solo da esempio. Sostituiscilo con i tuoi testi.
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation ullamcorper suscipit lobortis nisl ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat nulla facilisis at vero et accumsan et iusto odio dignissim qui blandit praesent luptatum zzril delenit augue duis dolore te feugait nulla facilisi.

Home page gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!